Le nuove soluzioni pediatriche di Oticon con tecnologia OpenSound Navigator™ aiutano tuo figlio a godersi la sua infanzia.

In quanto genitore, è probabile che tu abbia molte domande: Come se la caverà mio figlio al nido o a scuola? Riuscirà a farsi degli amici? E che ne sarà del suo futuro? La nuova tecnologia OpenSound Navigator™ offre finalmente un apparecchio acustico all’avanguardia che permette a tuo figlio di apprendere, crescere, giocare e vivere una vita piena di successi. Apri il suo mondo, lascialo giocare e ridere con i suoi amici, permettigli di sognare il suo futuro. Proprio come qualsiasi altro bambino.

Offri a tuo figlio
migliori opportunità
di apprendimento

I bambini sono curiosi di scoprire il mondo che li circonda. Parte di questa scoperta avviene attraverso le loro orecchie. Tuttavia, i bambini che soffrono di perdita dell’udito hanno bisogno di maggior supporto per imparare le parole e sviluppare le proprie abilità sociali e linguistiche. Prima ricevono tale supporto, meglio è. Il cosiddetto apprendimento casuale avviene quando i bambini seguono casualmente quanto viene detto intorno a loro piuttosto che dall’insegnamento diretto. È essenziale quindi che i bambini siano in grado di distinguere il parlato dal rumore di sottofondo. Le nuove soluzioni di Oticon offrono ai bambini con perdita uditiva le condizioni giuste per dare un senso ai suoni.

In che modo tuo figlio
può avere accesso
ai suoni a 360°

OpenSound Navigator™ agevola il cervello nel decidere chi e cosa ascoltare e a cosa prestare attenzione quando necessario. Questa funzione rappresenta un supporto straordinario quando tuo figlio si trova a scuola, al parco giochi oppure nel traffico.

Fino al 30%
di miglioramento
della discriminazione vocale

I risultati del test mostrano che la rivoluzionaria tecnologia offre un miglioramento fino al 30% di discriminazione vocale, anche quando l’ascoltatore non è rivolto verso la persona che sta parlando.
Ciò rappresenta un grande vantaggio, dal momento che i bambini sono vivaci e non sempre si rivolgono verso la persona che sta parlando. In modo altrettanto significativo, riduce anche lo sforzo di ascolto per consentire ai bambini di concentrarsi su altre attività come, ad esempio, l’apprendimento.