Non solo ascoltare, ma anche condividere emozioni.

Durante la nostra vita quotidiana l’udito svolge un ruolo fondamentale: ascoltare una conversazione, le risate dei nostri amici, il vagito di un neonato. Tutto ciò significa sentirsi vicini, partecipare. Perché L’udito è più che il solo ascolto. È condivisione di emozioni.

IL SISTEMA UDITIVO

L’atto di ascoltare ci fornisce informazioni sul mondo che ci circonda, in casa come in strada. Ma può anche darci emozioni grazie ad una bella canzone, segnalarci un pericolo, stimolarci istinti e reazioni – come accade con il pianto di un neonato.

Ma sentire non è una operazione banale. ALLA BASE DI TUTTO STA IL SUONO: un semplice spostamento d’aria. Gli oggetti, muovendosi, spostano le particelle presenti ovunque attorno a noi. Nasce così l’onda sonora.

La potenza dei suoni si misura in decibel. L’orecchio umano può sentire suoni a partire da circa 10 dB – il respiro ad esempio. Per poter sentire un suono così tenue, l’orecchio è composto da più parti, ognuna delle quali svolge una precisa funzione.

Il suono – l’onda sonora – entra nel padiglione; si incanala verso la parte interna dell’orecchio; in questo tragitto subisce due cambiamenti, diventando una sequenza di minuscole vibrazioni meccaniche e quindi di impulsi nervosi. A questo punto interviene il cervello, che elaborale informazioni uditive e le rende suoni comprensibili.